In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

Come pagare con lo smartwatch : Google Pay, Samsung Pay, Apple Pay

I pagamenti mobili – piuttosto che con carta di credito o assegno – stanno diventando sempre più popolari e comuni. In realtà, a livello globale, i pagamenti mobili dovrebbero ammontare a quasi 50 miliardi di dollari entro il 2021, riferisce Reuters.

Poter usare il proprio smartphone o smartwatch per effettuare pagamenti ha molto senso. Li portiamo quasi ovunque e l’aggiunta di altre carte di credito al provider di pagamento mobile scelto non occupa più spazio in tasca.

Le opzioni di pagamento mobile includono Google Pay (ex Google Wallet) Apple Pay AAPL, +2,77%, Amazon Pay AMZN, +0,05% , Visa Checkout V, -0,51% e PayPal PYPL, -1,69% tra gli altri. E indipendentemente da quale scegliete, ci sono molte domande. Quanto sono sicure le vostre informazioni? I luoghi in cui faccio acquisti accettano pagamenti digitali?

Quanto è complicato pagare qualcosa con uno smartwatch?

“ Quando si acquista qualcosa con Google Pay, i dati della carta di credito non vengono inviati al commerciante. Il sistema crea un numero di conto virtuale per ogni transazione. ”

Portafoglio Google vs. Google Pay

Il sistema di portafoglio digitale GOOG, -0,09% di Google, è in realtà composto da alcune parti diverse. Google Wallet era il sistema di pagamento peer-to-peer originale di Google per l’invio e la ricezione di denaro. Mentre il servizio esiste ancora, il nome è cambiato in Google Pay quando i precedenti servizi Android Pay e Google Wallet si sono fusi nel gennaio del 2018.

 

Che cos’è Google pay?

Google Pay è un sistema di pagamento e portafoglio digitale. Ti permette di:

Inviare e ricevere denaro
Memorizzate i dati della vostra carta di credito e della carta di debito
Utilizzare le informazioni memorizzate nel telefono per pagare gli articoli nelle app, online e di persona

L’opzione di persona richiede che il commerciante supporti la comunicazione in prossimità del campo (NFC) o i pagamenti “senza contatto”. Si tratta dello stesso sistema utilizzato dalla tecnologia dei chip EMV nelle carte di credito, che è ancora un po’ nuovo.

Portafogli elettronici come Google Pay e Apple Pay, che è il più grande concorrente di Google, hanno contribuito a spingere le banche e i commercianti a muoversi per supportare più velocemente la tecnologia dei chip e l’accettazione è ormai diffusa.

Come funziona Google Pay?

Google Pay è un’applicazione che si scarica e si installa sul proprio smartphone o smartwatch che utilizza il sistema operativo Android. Potete trovare l’app nell’Android Market sul vostro telefono Android. Non è possibile utilizzarla su un iPhone.

Puoi usare l’app per inviare e ricevere denaro da altri.

Una volta scaricata l’applicazione, aggiungere una carta di credito o di debito – o più carte – a Google Pay è piuttosto semplice. Nell’app, toccate il link “aggiungi carta di credito o di debito” e utilizzate la fotocamera del telefono per scattare una foto della vostra carta di credito. L’app scansiona la foto alla ricerca del numero di carta di credito, della data di scadenza e di altri dettagli necessari.

Una volta inseriti i dati della carta, è necessario verificarli. Potete farlo in diversi modi e potete scegliere il metodo che preferite:

Facendovi inviare il codice di verifica via e-mail o testo e inserendo il codice nell’app
Chiamando la vostra banca o l’emittente della carta di credito per ottenere il vostro codice di verifica
Accedendo all’applicazione della tua carta di credito o all’applicazione della tua banca per verificare il tuo metodo di pagamento
Permettendo un piccolo addebito temporaneo sul tuo conto e verificando il pagamento nell’applicazione Google Pay

Dopo aver verificato la carta, essa viene caricata su Google Pay.

È ora possibile utilizzare l’opzione Google Pay alla cassa quando si effettua un acquisto online.

Vedrete un’opzione Acquista con G Pay o un’opzione simile.
Puoi anche aggiungere la tua carta alla cassa e farla salvare per un uso successivo con Google Pay.

Se il tuo telefono è Play Protect Certified e dispone di NFC ed è acceso, ora puoi usare il telefono per effettuare pagamenti presso negozi fisici che accettano Google Wallet o Pay.

Tutto quello che devi fare è sbloccare il tuo telefono, tenerlo sopra il terminale e aspettare che appaia un segno di spunta.

È anche possibile aggiungere informazioni sul conto bancario. Il tuo conto bancario può essere utilizzato solo per inviare e ricevere denaro da altri – amici e familiari – non per fare acquisti nelle app, online o presso i negozi fisici.

Google Pay è sicuro?

La preoccupazione più comune che le persone hanno riguardo ai portafogli digitali è la sicurezza. Mettere tutti i dati della carta di credito e della carta di debito nel proprio smartphone e farli archiviare su un server da qualche parte sembra un’attività rischiosa.

Google prende misure per proteggere le vostre informazioni in diversi modi. In primo luogo, Google memorizza le vostre informazioni sui suoi server sicuri usando una forte crittografia. Il cloud storage e la sicurezza dei dati sono le pietre miliari di tutte le aziende di Google, e se c’è qualcuno che dovrebbe essere in grado di mantenere i vostri dati al sicuro, quello è Google.Sicurezza nell’acquisto richiede anche di avere il migliore smartwatch in commercio per essere più tranquilli.

È inoltre necessario impostare la sicurezza sul proprio smartphone per utilizzare Google Pay. Dovete impostare il vostro telefono in modo che si blocchi automaticamente o Google Pay non funzionerà. Se il blocco è disattivato, i numeri di conto vengono rimossi da Google Pay. Assicurare che il vostro telefono sia bloccato aiuta a proteggere qualcuno dall’accesso al vostro telefono e dal furto dei vostri numeri.

Forse la cosa più importante è che quando si acquista qualcosa con Google Pay, i dati della carta di credito non vengono inviati al commerciante. Il sistema crea un numero di conto virtuale per ogni transazione ed è quello che viene inviato attraverso il sistema di pagamento del commerciante.

Si tratta della stessa tecnologia di base utilizzata per le carte di credito con chip. È più sicuro rispetto all’utilizzo di una normale carta di credito con banda magnetica. Come con la tecnologia delle carte di credito con chip, il numero temporaneo non funzionerà più se un commerciante senza scrupoli lo screma o un hacker si introduce nel server del commerciante e lo ruba. Se si acquista qualcosa con una carta di credito magstripe, il numero effettivo della carta viene utilizzato per ogni transazione.

Dove viene accettato Google Pay?

Per gli acquisti in negozio, Google Pay può essere utilizzato con quasi tutti i terminali di pagamento senza contatto. Se il terminale del commerciante supporta i pagamenti con carta di credito “chip”, molto probabilmente supporta anche i pagamenti con Google Pay.

È possibile utilizzare Google Pay anche per pagare online. I pagamenti online con Google Pay vi offrono tutti gli stessi vantaggi in termini di sicurezza e convenienza che Google Pay offre di persona.

Il più grande ostacolo all’utilizzo di Google Pay non è il fatto che il commerciante lo supporti. È se l’azienda della vostra carta di credito lo supporta.

Per aggiungere la vostra carta a Google Pay, la società della carta di credito e la carta particolare che avete con loro devono supportare il sistema Google Pay. La funzione del numero di conto virtuale è il fattore più importante. La società della carta di credito deve supportare questi numeri temporanei con il proprio sistema, quindi l’aggiunta di una carta a Google Pay che non funziona in questo modo non è possibile.

Se la vostra attuale carta di credito non supporta Google Pay, avete molte opzioni per le carte di credito che lo fanno.

E gli altri sistemi di pagamento mobile?

Non c’è molta concorrenza nello spazio del portafoglio digitale. Parecchie aziende hanno cercato di ottenere trazione, ma si sono ridotte a due concorrenti primari – Google Pay e Apple Pay.

Non c’è molta differenza tra i due. La maggior parte delle caratteristiche, compresa la protezione di sicurezza, sono praticamente identiche. La decisione di quale utilizzare dipende dal tipo di smartphone che si possiede.

Vedi: Square aggiunge il mobile pay come parte di move upmarket

Se sei un utente iPhone, probabilmente userai Apple Pay. C’è un’applicazione Google Pay per iPhone e iPad, ma è solo negli Stati Uniti e non è così integrata con il sistema operativo.

Se usi un telefono Android, userai Google Pay. Non è possibile utilizzare Apple Pay con telefoni Android non Apple.

PayPal è l’altro servizio comune, ma è strettamente un sistema di pagamento peer-to-peer e un sistema di pagamento online. Non può essere utilizzato per fare acquisti nei negozi fisici. È possibile, però, aggiungere un conto PayPal a Google Pay e ottenere il meglio di entrambi i mondi.

Non è passato molto tempo dai primi tempi di Google Wallet, ma da allora ha fatto molta strada, sia per le funzionalità che offre sia per il numero di posti che si possono utilizzare per gli acquisti.

Con il livello di sicurezza e di convenienza che offre ed essendo associato al marchio Google, questa crescita non si fermerà molto presto. Non ci vorrà molto prima che l’idea di portare un mazzo di carte nel portafoglio o nella borsetta possa sembrare strana come la riproduzione di musica da CD o di film da DVD.

 

Cos’è Samsung Pay?

Samsung Pay è simile a Apple Pay e Google Pay. È una piattaforma per i dispositivi Samsung – smartphone e dispositivi indossabili – che consente di pagare beni e servizi toccando il dispositivo Samsung vicino a un terminale di pagamento senza contatto o autorizzando un pagamento online, invece di utilizzare contanti o carte di credito.

Qui c’è tutto quello che dovete sapere, compreso quali banche sono supportate e come funziona.

Cosa mi serve per Samsung Pay?

La piattaforma Samsung Pay è integrata nei dispositivi Samsung Galaxy, che comprende gli smartphone e i dispositivi indossabili dell’azienda.

Per utilizzare Samsung Pay, dovrai scaricare e installare l’applicazione Samsung Pay sul tuo telefono compatibile, registrare carte e conti compatibili e la piattaforma attingerà direttamente da queste fonti scelte al momento del pagamento.
Quali dispositivi sono compatibili con Samsung Pay?

Questo è l’elenco attuale dei prodotti indossabili Samsung che hanno a bordo Samsung Pay:

Galaxy Watch 3
Galaxy Watch Active 2
Galaxy Watch Active
Galaxy Watch
Galaxy Watch 4G
Gear S3
Gear Sport

Come funziona Samsung Pay?

Quando si utilizza un telefono: scorrendo verso l’alto dalla parte inferiore del display, l’applicazione Samsung Pay si avvia e la tua carta predefinita apparirà insieme a un messaggio per autenticare un pagamento con il tuo PIN, l’impronta digitale o lo scanner iris su dispositivi compatibili. Puoi anche lanciare Samsung Pay aprendo l’app.

Se è necessaria un’altra carta, con una semplice strisciata a sinistra o a destra ne verranno visualizzate altre memorizzate nel telefono. L’ultima scheda utilizzata apparirà automaticamente come scheda predefinita la prossima volta che si apre l’app, ma è possibile modificarla nelle impostazioni.

Una volta che il pagamento è stato autorizzato biometricamente, il telefono ti dice di toccarlo sul lettore di pagamento senza contatto e bingo, il pagamento viene effettuato tramite NFC (Near Field Communication).

Quando si utilizza uno smartwatch: Da qualsiasi schermata di smartwatch Samsung Galaxy compatibile, premere e tenere premuto il tasto Indietro. Verrà mostrata l’ultima carta utilizzata e lo smartwatch sarà pronto per effettuare il pagamento. Toccare il tasto “Pay” sullo schermo per pagare e tenere premuto il polso sul lettore di pagamento senza contatto.

Samsung Pay: Più di NFC

Samsung Pay offre più di una semplice NFC in alcune regioni – come gli Stati Uniti – offrendo anche una tecnologia di portafoglio mobile chiamata MST (Magnetic Strip Technology), che ha acquisito quando ha acquistato LoopPay.

MST permette di effettuare un pagamento senza contatto con terminali che non dispongono di lettori NFC (per lo più al di fuori del Regno Unito), aprendo così molti più rivenditori alla tecnologia di pagamento.

Può anche inviare le informazioni di pagamento a terminali convenzionali nei negozi che invece hanno la vecchia banda magnetica.

Un processo di pagamento in due fasi funziona così: L’app LoopPay gestisce e memorizza in modo sicuro tutte le carte di pagamento (incluse le carte di credito, di debito, di fedeltà e le gift card) su un dispositivo mobile, mentre il dispositivo LoopPay (LoopPay Fob, ChargeCase, Card, o CardCase) elabora il pagamento alla cassa come se avessi passato la tua carta come al solito.

Non c’è pericolo di pagare due volte, poiché il telefono darà la priorità ad un segnale NFC se ne trova uno, mentre MST è passivo e sarà utilizzato solo se non viene trovato prima nessun altro segnale di pagamento senza contatto.

Quali sono i limiti di pagamento su Samsung Pay?

Il limite di pagamento è stabilito dalla banca o dal venditore, non da Samsung, quindi è diverso nelle diverse regioni – non è un limite fisso di euro 45 massimo per transazione, come per le carte contactless.

Quanto è sicuro Samsung Pay?

In termini di sicurezza, i dettagli di Samsung Pay sono protetti dalla sorveglianza in tempo reale di Samsung Knox e dalla prevenzione del rooting, e nessun dettaglio della carta è memorizzato né su un server Samsung né sul dispositivo stesso.

Proprio come Apple Pay, anche Samsung Pay utilizza la tokenizzazione. I pagamenti con carta sono resi sicuri creando un numero o un token che sostituisce i dati della carta. Questo token è memorizzato all’interno di un chip ad elemento sicuro sul dispositivo e quando viene avviato un pagamento, il token viene passato al rivenditore o al commerciante. Il rivenditore non ha quindi mai accesso diretto ai dati della vostra carta.

Inoltre Samsung Pay offre ARM TrustZone per proteggere ulteriormente le informazioni sulle transazioni dagli attacchi.

Cos’è Apple Pay, come funziona e come lo si imposta

Apple Pay è una tecnologia di pagamento senza contatto per i dispositivi Apple. È stata progettata per allontanare i consumatori dai portafogli fisici in un mondo in cui le carte di debito e di credito sono sul vostro iPhone o Apple Watch, permettendovi di pagare utilizzando il vostro dispositivo invece di una carta.

Questa funzione è tutto quello che c’è da sapere su Apple Pay, compreso come funziona, come configurarlo, quali banche lo supportano e dove è possibile utilizzarlo.

Quali banche e carte supportano Apple Pay?

Apple Pay supporta la maggior parte dei principali fornitori di carte di credito e di debito, tra cui Visa, MasterCard e American Express. Anche la Apple Card Apple è supportata, non sorprende.

Dove si può utilizzare Apple Pay?

Apple Pay funziona ovunque accetti pagamenti senza contatto. Se vedete il simbolo dei pagamenti senza contatto o il simbolo Apple Pay vicino ai lettori alla cassa, questi accetteranno Apple Pay.

È supportato da centinaia di migliaia di negozi e ristoranti in tutto il mondo. Oltre il 75% dei negozi e ristoranti negli Stati Uniti supportano Apple Pay e oltre l’85% nel Regno Unito. L’Australia ha il supporto nel 99% dei suoi negozi e ristoranti.

Alcuni dei negozi e ristoranti statunitensi che accettano Apple Pay includono: Bloomingdales, Disney, Duane Reade, Macy’s, McDonalds, Nike, Petco, Staples, Subway, Unleashed, Walgreens, Whole Foods, ecc.

Il Regno Unito ha un sistema di pagamento contactless consolidato e potrete utilizzare Apple pay in tutti i negozi e ristoranti in cui già utilizzate contactless.

Potete anche utilizzare Apple Pay all’interno di molte applicazioni e attraverso il browser web Safari, così come sui mezzi pubblici.

C’è un limite per Apple Pay?

No. A differenza dei pagamenti con carta contactless che ti limitano ad una spesa di 45 euro, non c’è un limite per Apple Pay.

Significa che puoi pagare per il tuo negozio settimanale, o fare il pieno di benzina, il tutto con il tuo iPhone o Apple Watch.

Quali applicazioni supportano Apple Pay?

Numerose applicazioni supportano Apple Pay, tra cui applicazioni per i viaggi, per lo shopping, per l’intrattenimento e per l’assistenza.

Ecco solo alcune delle app che supportano Apple Pay: Starbucks, Deliveroo, Apple Store, Topshop, Zara, ASOS, Uber, British Airways, Booking.com, Emirates, StubHub, DesignMyNight, Made.com.
Apple

Come impostare Apple Pay  su iPhone o iPad

È necessario utilizzare l’applicazione Apple Wallet per configurare Apple Pay sul vostro iPhone o iPad. L’Apple Wallet memorizzerà quindi le vostre carte di credito e le carte di debito, estraendo i dati al momento dell’autenticazione di Apple Pay per pagare la merce.

Sul vostro iPhone, aprite il Portafoglio. Sul vostro iPad, andate su Impostazioni > Portafoglio e Apple Pay. Toccare Aggiungi carta di credito o di debito. È possibile utilizzare la fotocamera del dispositivo per acquisire le informazioni sulla carta di credito, di debito o di debito. Quindi, inserire le informazioni aggiuntive necessarie.

La tua banca verificherà le tue informazioni. Potrebbe essere necessario fornire ulteriori verifiche, il che può significare che dovete telefonare alla vostra banca, oppure potete ricevere un messaggio di testo con un codice univoco che dovrete inserire. Il processo cambia a seconda della banca.

Dopo che la vostra carta è stata verificata, toccate Avanti, e poi potete iniziare a usare Apple Pay.

Come impostare Apple Pay su Apple Watch

Per configurare Apple Pay su Apple Watch, dovrete prima aprire l’applicazione Watch sul vostro iPhone. Assicurati di essere nella scheda My Watch (in basso a sinistra) > Scorri verso il basso fino a Wallet & Apple Pay > Tocca Add Card.

Come sull’iPhone, la tua banca verificherà i tuoi dati. Potrebbe essere necessario fornire un’ulteriore verifica. Riceverai una notifica sul tuo Apple Watch che la tua carta è pronta per Apple Pay.

Come si usa Apple Pay su iPhone?

Apple Pay richiede l’antenna Near Field Communication (NFC) e Touch ID o Face ID su iPhone 6 e successivi. Dipenderà da quale iPhone hai a disposizione per lanciare Apple Pay. Ogni transazione deve essere autorizzata da Touch ID, Face ID o dal vostro codice di accesso.

Per gli iPhone con Touch ID, toccate due volte il pulsante Home di Touch ID e tenete il dito su di esso finché sullo schermo non appare la scritta “Hold Near Reader”. Se la vostra impronta digitale non viene riconosciuta, potete scegliere l’opzione “Pay with Passcode”.

Per gli iPhone con Face ID, premete due volte il pulsante sleep/wake sul lato destro dell’iPhone per lanciare Apple Pay. L’autorizzazione avverrà quindi tramite Face ID, oppure potete scegliere l’opzione “Pay with Passcode” se il vostro volto non viene riconosciuto. Una volta autorizzata, sul vostro schermo apparirà nuovamente la scritta “Hold Near Reader”.

Una volta che il vostro iPhone dice “Hold Near Reader”, potete semplicemente posizionare il vostro iPhone vicino a un terminale senza contatto e una sottile vibrazione o un ping se il vostro telefono non è in silenzio conferma il pagamento. Una ricevuta viene registrata nell’app Wallet, in modo che possiate vedere quali sono le vostre ultime transazioni. Non c’è bisogno di aprire un’app o di svegliare il display del vostro iPhone per lanciare Apple Pay, indipendentemente dal modello di iPhone che avete.

Come usare Apple Pay con l’orologio

Per lanciare Apple Pay sul vostro Apple Watch, fate doppio clic sul pulsante accanto alla corona digitale. La vostra carta di pagamento predefinita apparirà sullo schermo del vostro Apple Watch con “Hold Near Reader to Pay” qui sotto, dopo di che potrete posizionare l’orologio fino al terminale di pagamento e un impulso e un beep confermerà che il pagamento è stato effettuato.

Passando da destra a sinistra sul display di Apple Watch, verranno presentate tutte le altre carte che avete registrato.

Telefoni Samsung Galaxy S21 recensiti e altro ancora –

Come utilizzare Apple Pay all’interno delle applicazioni

Le app per iPhone Apple funzionano anche con Apple Pay, il che significa che potrete selezionare Apple Pay alla cassa quando ordinate qualcosa da un’app. È inoltre necessario posizionare il dito su Touch ID, o utilizzare Face ID, quando si paga.

È possibile utilizzare Apple Pay anche tramite il browser Safari. Puoi usare Touch ID se hai un MacBook Pro con Touch Bar o pagare tramite il tuo dispositivo iOS.

Dove è disponibile Apple Pay?

Apple Pay è disponibile in oltre 40 paesi. Tra questi vi sono gli Stati Uniti, il Regno Unito, il Canada, l’Australia, gli Emirati Arabi Uniti, la Russia, la Cina, la Nuova Zelanda, Singapore, il Giappone, Taiwan e Hong Kong, oltre a numerosi altri paesi.

Quali dispositivi funzionano con Apple Pay?

Apple Pay funziona con i seguenti dispositivi Apple:

Apple iPhone 6 o iPhone 6 Plus e modelli più recenti
Apple iPad Pro, iPad Air 2 e iPad mini 3 e più recenti
Apple Watch Serie 1 e più recenti (se abbinato all’iPhone 5 o più recente)

Apple Pay è sicuro?

Sì. Apple ha detto che non salva le informazioni sulle transazioni o i numeri di carta sui suoi server, anche se i tuoi acquisti più recenti sono conservati nell’applicazione Wallet.

Apple Pay, che ha un’infrastruttura backend tokenizzata, rende sicuri i pagamenti con carta creando un numero o un token che sostituisce i dati della tua carta. In particolare, crea un numero di conto del dispositivo per ciascuna delle vostre carte.

Secondo Apple, il Device Account Number viene assegnato, criptato e memorizzato in modo sicuro nel Secure Element, un chip dedicato nell’iPhone e nell’Apple Watch, e quando viene avviato un pagamento, il token viene passato al rivenditore o al commerciante. Il rivenditore o il commerciante non ha quindi mai accesso diretto ai dati della vostra carta.
Apple Pay: Cosa succede se perdi il tuo iPhone o l’orologio?

Perdere l’iPhone o l’orologio è già abbastanza stressante, ma con Apple Pay le possibilità che ciò accada sono molto più spaventose.

Dato che ogni transazione Apple Pay deve essere autorizzata dalla tua impronta digitale, dal tuo volto o dal tuo codice di accesso, chiunque trovi il tuo iPhone non potrà pagare nulla a meno che non abbia il tuo codice di accesso. Sarà in grado di vedere il vostro indirizzo di fatturazione e le ultime quattro cifre delle vostre carte memorizzate, ma non più di queste informazioni.

Trova il mio iPhone può essere utilizzato da un altro dispositivo iOS per mettere il vostro dispositivo in modalità Lost Mode. Questo bloccherà tutto e impedirà ad altri di accedere ai vostri contenuti, compresi i dati di Apple Pay o del portafoglio. In alternativa, potete anche usare l’app Find My per pulire completamente il vostro iPhone.