Apple Pay su Apple Watch

Che cos’è Apple Pay?

Il concetto è semplice: consentire agli utenti dei prodotti Apple (gli iPhone recenti dotati di TouchID o FaceID, nonché l’Apple Watch) di pagare i propri acquisti con il telefono o l’orologio nello stesso modo in cui si paga senza contatto con una carta di pagamento; come se si mettesse la propria carta bancaria su un terminale.

Questa offerta è riservata esclusivamente ai possessori di prodotti Apple, che vogliono rivoluzionare i pagamenti e quindi semplificare la vita dei loro clienti.

Non è più necessario portare con sé la carta di credito con il rischio di perderla: con Apple Pay si può fare tutto dal telefono senza dover usare la carta di credito. La tecnologia offre inoltre una maggiore sicurezza rispetto a quella contactless.

Come si fa a installare Apple Pay e con quali carte bancarie è compatibile questa tecnologia? È sicuro? Il nostro team di esperti ha analizzato le caratteristiche di Apple Pay e le numerose possibilità offerte da questa tecnologia, per rispondere a tutte le vostre domande.

Apple Pay consente ai possessori di iPhone di pagare direttamente con il telefono, senza dover tirare fuori la carta di credito.

Gli utenti avvicinano il telefono al terminale di pagamento come farebbero con una carta contactless e tengono il dito sul “Touch ID”. Il telefono riconosce le impronte digitali del proprietario e autorizza la transazione. L’utente riceve quindi una notifica sul proprio iPhone che indica che il pagamento è stato completato, come nella foto qui sopra.

Per gli iPhone più recenti con Face ID, è necessario premere brevemente due volte il pulsante di blocco sul lato destro del telefono. Apparirà la carta bancaria e sarà necessario autenticarsi con il viso come per sbloccare il telefono per autorizzare la transazione con Apple Pay.

Come pagare con Apple Pay tramite Apple Watch

Il processo di checkout è molto rapido, solo pochi secondi, e funziona con le tecnologie Visa e Mastercard, secondo lo stesso principio dei pagamenti contactless.

Per i possessori di Apple Watch è sufficiente premere due volte la rotella laterale e posizionare lo schermo dell’orologio davanti al terminale. Anche in questo caso, il cliente riceve una notifica di avvenuto pagamento.

Installare Apple Pay sul vostro iPhone è molto semplice:

L’utente deve accedere all’applicazione Wallet già presente nel telefono e cliccare sul + in alto a destra dello schermo (vedi foto sopra) nella sezione Apple Pay.

Si può quindi scegliere di associare la carta bancaria già collegata a iTunes o di aggiungerne un’altra. È possibile scegliere di scansionare direttamente la carta (in questo caso le informazioni verranno aggiunte automaticamente e sarà sufficiente verificarle), oppure di inserire manualmente i dati della carta.

Per alcune banche, un codice di verifica può essere inviato quando il cliente associa la carta. Una volta inserito il codice, la carta viene collegata al telefono e l’utente può pagare con Apple Pay presso i terminali di pagamento dotati di questa tecnologia.

Attenzione: non tutte le banche offrono ancora questo servizio e non tutti i terminali di pagamento sono dotati di questa tecnologia, ma il suo sviluppo è esponenziale.

Per installare Apple Pay sull’Apple Watch, è necessario accedere all’app Apple Watch e scegliere Wallet e Apple Pay, seguire le istruzioni e associare la propria carta bancaria. Una volta aggiunta la carta, l’utente può iniziare a pagare con il proprio Apple Watch.

Apple Pay è compatibile con tutti gli iPhone a partire dall’iPhone 6 e con l’Apple Watch. Gli utenti che hanno un Apple Watch ma un iPhone 5, ad esempio, possono utilizzare Apple Pay solo sull’Apple Watch.

Apple Pay è un metodo di pagamento sicuro?

Apple Pay è pensato per essere sicuro, in particolare perché utilizza diversi metodi per proteggere i pagamenti effettuati dai suoi utenti.

Possibilità di bloccare il dispositivo in caso di smarrimento o furto

Se l’iPhone o l’Apple Watch vengono rubati, è possibile bloccare i dispositivi dall’account iTunes associato. La tecnologia Touch ID, presente oggi sulla maggior parte degli iPhone, è un ulteriore modo per garantire che il ladro non possa accedere al telefono.

Le stesse regole di sicurezza valgono per l’Apple Watch: una volta tolto dal polso, può essere disattivato e richiederà quindi un codice pin.

Tecnologia NFC

Apple utilizza la tecnologia NFC (Near Field Communication), utilizzata anche nelle carte bancarie senza contatto. È grazie a questo chip che Apple Pay funziona. Il chip NFC si attiva solo quando viene attivata l’applicazione Apple Pay, evitando così possibili hackeraggi.

Uno dei principali difetti della tecnologia NFC, tuttavia, è la mancanza di crittografia dei dati. I dati bancari riservati (numero di carta e identità del titolare) possono quindi essere violati. Per evitare ciò, il chip NFC dell’iPhone viene attivato solo durante la transazione.

Processo di “segmentazione

La tecnologia Apple Pay utilizza un ulteriore livello di protezione con il sistema di tokenizzazione. Ogni volta che l’utente effettua un pagamento, i dati della carta di credito vengono trasformati in un numero unico ed effimero, una sorta di token utilizzato solo per il pagamento in questione.

Poiché ogni transazione ha un numero unico, anche se il terminale di pagamento dell’esercente viene violato e intercetta i vostri dati, non sarà in grado di riutilizzarli perché sono unici.

Inoltre, i dati bancari non sono memorizzati sull’iPhone, quindi anche se l’hacker dovesse entrare nell’iPhone, non potrebbe intercettare i dati bancari dell’utente.

Sulla carta, Apple Pay è molto più sicuro di una carta di pagamento contactless tradizionale grazie a diversi livelli di protezione. Apple sostiene che i dati bancari degli utenti non vengono memorizzati sull’iPhone, ma non è chiaro dove vengano effettivamente memorizzati….

Perché per creare i token bancari effimeri di cui abbiamo parlato sopra, Apple deve avere le informazioni bancarie effettive memorizzate da qualche parte e quindi alla mercé di potenziali hacker.

La nostra opinione sulla sicurezza di Apple Pay: il sistema è indubbiamente sicuro, più dei pagamenti senza contatto, ma l’utente non può essere al sicuro al 100% da una violazione su larga scala, poiché le informazioni bancarie sono necessariamente memorizzate in un cloud da qualche parte nel mondo.

In breve, Apple Pay è un servizio interessante che semplifica la vita dei consumatori riunendo le varie carte di pagamento, fedeltà e credito all’interno dell’Apple Wallet.

La tecnologia è sicura, anche se, come i pagamenti senza contatto, non è infallibile.

Apprezziamo il fatto che la maggior parte delle banche abbia iniziato a utilizzarlo negli ultimi anni e che la maggior parte di esse offra ora questo servizio.

Gli esercenti possono dotarsi della tecnologia Apple Pay visitando il sito web di Apple.

Come per tutti i modelli commerciali di Apple, ci rammarichiamo semplicemente che non sia assolutamente accessibile ai non possessori di prodotti Apple, o adattabile ad altri modelli di telefono. Ma questo è il pregiudizio di Apple e il concetto su cui si basa il successo del marchio.

Ultimo aggiornamento 2022-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API