Smartwatch Polar Unite : recensione, opinioni, consigli, prezzo in offerta

Polar ha appena presentato un nuovo orologio, questa volta con un focus sul fitness. Il nuovo Polar Unite è un rinnovamento della sua gamma di fitness, che attualmente è occupata dal vecchio A370, un activity tracker che anche se è ancora in catalogo è appena rappresentato nel segmento.

Volete un rapido riassunto di ciò che è il Polar Unite? È un Polar Ignite senza GPS, un sensore di frequenza cardiaca modificato e ad un prezzo più economico. Tutte le caratteristiche che trovate nell’Ignite le troverete nell’Unite, con l’unica differenza del GPS, che nel caso dell’Unite è “GPS connesso”.

Vale a dire, utilizza il GPS del tuo cellulare, il che riduce il prezzo del dispositivo e aumenta l’autonomia. Il punto negativo? Se sei fuori a piedi, in corsa o in bicicletta, dovrai portare il tuo telefono con te, assicurandoti che sia in un buon posto per avere una buona copertura satellitare.

Offerta
Polar Unite Smartwatch Unisex con Gps da Smartphone, Monitoraggio del Sonno, Guida all'Allenamento Quotidiano, Misurazione del Recupero, Cardiofrequenzimetro dal Polso
  • Guida personalizzata: la guida all'allenamento giornaliero FitSpark offre suggerimenti per l'allenamento semplici e su misura basati sul tuo livello di preparazione; sa sempre quando è il momento di riposare e quando puoi tornare ad allenarti
  • Monitoraggio dell'attività 24/7: fai le scale, corri con i tuoi bambini per casa, vai in bici; non importa che cosa fai, la cosa importante è rimanere attivo; Polar Unite rileverà ogni tuo passo o movimento
  • Funzioni per l'analisi del sonno e del recupero: comincia tutto con una buona notte di sonno; Nightly Recharge ti offre gli strumenti necessari per assicurarti che il tuo corpo sia pronto per le prossime 24 ore
  • Semplice design: facile da usare con un solo pulsante ed il touchscreen a colori; scorri le dashboard per visualizzare all'istante tutti gli strumenti essenziali oppure approfondisci i dettagli con l'app Polar Flow
  • La tecnologia Polar Precision Prime ti offre un monitoraggio preciso della frequenza cardiaca dal polso

Il Polar Unite è un orologio che si distingue per la sua leggerezza. Con soli 32 grammi (compreso il cinturino) è un buon sostituto degli activity tracker. Ha un look and feel più tradizionale, ma senza essere scomodo al polso. Ti permette anche di usarlo come un normale orologio.

Queste sono tutte le sue specifiche tecniche:

Touch screen a LED con risoluzione 240×204 pixel. Ha un sensore di luce.
È possibile cambiare i colori del quadrante dell’orologio, ma non ci sono diverse opzioni di quadrante.
Registrazione del sonno tramite Sleep Plus Stages.
Analisi del sonno tramite Nightly Recharge.
Piani di allenamento con FitSpark.
Esercizi di rilassamento con Serene.
Tracciamento dell’attività quotidiana, compresa la frequenza cardiaca.
Lievi modifiche al sensore ottico di impulsi. Perde gli elettrodi che confermano quando è correttamente posizionato sul polso, ma adatta i modelli di LED del nuovo sensore Polar Grit X.
Visualizza le notifiche del telefono cellulare.
Nessun GPS incorporato, ma permette di utilizzare il GPS del suo telefono cellulare.
Durata della batteria: fino a 50 ore di sport utilizzando il GPS collegato e il sensore di pulsazioni, 4 giorni con la registrazione della frequenza cardiaca 24/7 o 29 giorni in modalità orologio.
Resistenza all’immersione di 30m (adatto al nuoto).

Così il Polar Unite ha la maggior parte degli algoritmi che Polar sta includendo nella sua piattaforma per tutti i modelli, dalla gamma più economica a quella più specifica come Vantage o Grit X.

Sono senza dubbio il fiore all’occhiello della proposta di Polar. Sleep Plus Stages, Nightly Recharge e FitSpark sono ciò che distingue i loro prodotti dalla concorrenza. Polar ha altre metriche specifiche (Training Load Pro e Recovery Pro), ma non rientrano in questa gamma di prodotti.

Non preoccupatevi perché vi dirò di più su queste metriche un po’ più tardi, ma prima vi darò una rapida panoramica di ciò che la Polar Unite ha da offrire e ciò che è buono (e cattivo) su di essa.

Esteticamente è molto simile al Polar Ignite, ma è tutto nero. Mantiene il controllo attraverso un unico pulsante laterale che servirà per accendere lo schermo, entrare nel menu o tornare al sottomenu precedente. Alla fine, questo pulsante viene utilizzato più spesso per accendere il display, perché anche se l’orologio ha una funzione di rilevamento del movimento del polso, funziona in modo piuttosto impreciso.

In primo luogo perché spesso non riconosce il gesto, e dobbiamo esagerarlo o ripeterlo più volte. E in secondo luogo perché anche se lo riconosce, è lento ad accendere lo schermo.

Questo significa che quando si gira il polso, si aspetta di vedere se lo schermo si accende. Dopo due secondi di attesa, ripetete il gesto. E forse al terzo colpo di scena si accende. Così dopo un po’ si finisce per usare sempre il pulsante per accendere lo schermo, dimenticando la torsione del polso.

Questo è sicuramente l’aspetto più negativo dell’orologio, ma è qualcosa che è presente in tutti gli altri modelli Polar, quindi non sono nemmeno sorpreso.

Per quanto riguarda il funzionamento dell’orologio, tutto il resto viene fatto tramite il touchscreen, strisciando e toccando. Anche la reattività non è il suo forte, proprio come lo era con l’Ignite.

Lo schermo è LCD con un buon colore e contrasto, quindi rispetto agli orologi con display transflettivo (come il Polar Vantage M) è molto più accattivante. Perfetto se il tuo uso principale sarà all’interno, come in palestra. Eppure ha ancora una buona visibilità all’esterno.

Polar Unite – Display esterno

Qual è l’aspetto negativo di questo display? Beh, non può rimanere acceso tutto il tempo a causa dell’eccessivo consumo di energia.

Rispetto all’Ignite, anche il cinturino è diverso. Il materiale è simile, anche se l’ho trovato un po’ più comodo e leggermente meno rigido del modello GPS. Il design è diverso perché ora ha una certa “consistenza”.

Polar Unite – Cinturino

Anche la chiusura cambia, perché rinuncia alla fibbia e la sostituisce con un sistema a gancio come il cinturino dell’Apple Watch.

Polar Unite – Chiusura a strappo

Personalmente non sono un fan di questo tipo di cinghia. Li trovo scomodi per trovare il punto di serraggio perfetto. Ma dato che permette di utilizzare qualsiasi cinghia di dimensioni standard (e quella con cui viene fornita è a “sgancio rapido”), puoi cambiarla con qualsiasi cinghia che ti piace in una manciata di secondi.

Polar Unite – Cambio cinturino

Un’altra cosa di cui non sono un fan è il caricatore. Polar ha sostituito il classico cavo di ricarica USB con un pezzo di plastica su cui si appoggia l’orologio.

Polar Unite – Caricatore

Trovo questo sistema di ricarica tutt’altro che conveniente, a meno che non si abbia intenzione di caricarlo esclusivamente su un portatile.

Polar Unite – Ricarica

Ma in tutti gli altri casi, compreso il classico caricatore da muro, penso che sia un chiaro passo indietro.

L’orologio supporta solo due quadranti (uno digitale e uno analogico).

Polar Unite – quadrante dell’orologio digitale

Polar Unite – Quadrante analogico

Anche se ha solo due quadranti, questi possono essere personalizzati con dettagli in diversi colori, che corrispondono ai diversi colori in cui Polar offre i cinturini.

Polar Unite – Colore del quadrante

Dove corrisponde al resto della gamma Polar è nel layout della schermata principale, sia in termini di widget che di possibilità che offre.

Facendo scorrere a sinistra o a destra abbiamo le diverse schermate principali per ciascuna delle funzioni che vedremo di seguito (Nightly Recharge, FitSpark, ecc.) insieme all’attività, alla frequenza cardiaca, ecc.

Scorrendo dal basso verso l’alto avrai accesso alle notifiche del tuo telefono.

Polar Unite – Notifiche

E dall’alto in basso, un menu di accesso rapido per gli allarmi, il blocco dello schermo e l’attivazione della modalità non disturbare.

Polar Unite – Menu di accesso rapido

La stragrande maggioranza delle impostazioni dell’orologio sono fatte attraverso l’app mobile (o il web), quindi quando si arriva a questo, l’interazione con lo schermo dell’orologio non è così frequente come si potrebbe pensare. Avviare l’attività o scorrere i diversi profili sportivi, ma non faremo molto altro sull’orologio.

Ma come ho sempre detto, la parte importante del Polar Unite è, al di là della sua estetica o di come funziona, tutto ciò che offre a livello di software, che è quello che vedrete di seguito.
Caratteristiche incluse nel Polar Unite

Storicamente Polar ha sempre eccelso nell’applicare la scienza allo sport. Sono l’unico produttore a sviluppare i propri algoritmi e funzioni software, mentre gli altri prendono in licenza soluzioni da sviluppatori esterni.

Ma non sono solo algoritmi che forniscono informazioni e basta. La cosa interessante dell’approccio di Polar è che sono tutti collegati. Cioè, non sono metriche individuali, ma una alimenta l’altra. Nightly Recharge si ottiene attraverso i dati forniti da Sleep Plus Stages, e con tutto ciò si ottengono le raccomandazioni di allenamento FitSpark.

Ma lasciatemi spiegare a cosa serve ciascuna di queste funzioni.

Fasi del sonno

Sleep Plus Stages fornisce informazioni su come è stato il tuo sonno analizzando le sue diverse fasi (REM, luce e profondo), così come le interruzioni, i cicli, ecc.

Polar Unite – Sleep Plus Stages

Fornisce un punteggio che valuta la qualità del tuo sonno ogni notte. Questo punteggio ti permetterà di vedere rapidamente la tendenza nel tempo, permettendoti di prendere decisioni sulle abitudini che hai prima di andare a dormire (cena tardiva, allenamenti tardivi, troppo tempo a guardare la TV…). Queste abitudini possono significare che non si sta riposando quanto si dovrebbe.

 

Questi dati provengono dalla registrazione della respirazione, dei livelli di ossigeno nel sangue e dell’attività muscolare.

Con l’orologio avremo informazioni, grazie al sensore ottico, sulla respirazione e sui livelli di ossigeno nel sangue; mentre l’attività muscolare può essere misurata dall’accelerometro.

Ricarica notturna

Nightly Recharge è la prossima metrica del sonno offerta da Polar Unite, il prossimo passo nell’analisi del recupero.

Polar Unite – Ricarica notturna

Oltre ai dati raccolti attraverso Sleep Plus Stages, aggiungiamo quello che Polar chiama ANS (Autonomic Nervous System). Cioè il rilassamento durante le prime 4 ore di riposo.

Questi dati sono ottenuti grazie alle seguenti misurazioni:

Frequenza cardiaca
Variabilità della frequenza cardiaca
Frequenza respiratoria

Queste misurazioni provengono dal sensore ottico del polso, e sono esclusive delle ore di sonno (quindi le pause o i pisolini durante il giorno non sono inclusi).

FitSpark

Le due metriche di cui sopra sono utilizzate esclusivamente per misurare e valutare il riposo, e cosa fa Polar con esse? Beh, a seconda di quanto siamo stanchi o recuperati, FitSpark suggerirà diverse opzioni di allenamento ogni giorno.

Si tratta di un allenatore virtuale che, sulla base dei dati del sonno di Sleep Plus Stages e Nightly Recharge, insieme alla tua storia recente di allenamento, determinerà tre diversi tipi di esercizi per ogni giorno: cardio, esercizi di forza o esercizi di core e mobilità.

Questi suggerimenti di allenamento sono “intelligenti”, quindi se il riposo della notte precedente non è stato positivo, non suggerirà un allenamento troppo duro. Allo stesso modo, se la tua storia di attività indica che hai fatto un allenamento duro, non ti dirà di uscire per una sessione di corsa a intervalli.

FitSpark è una funzione minore in orologi come il Vantage o il Grit X, dove il suo aspetto è solo testimoniale perché il piano di allenamento seguito è solitamente diverso. Ma in un orologio nel segmento a cui si rivolge l’Unite, come il fitness, è senza dubbio la funzione più importante che l’orologio può offrire.

Non è un piano di allenamento di 3 mesi che devi seguire alla lettera per correre una maratona, offre semplicemente allenamenti consigliati in base a come ti senti ogni giorno con l’unico scopo di mantenerti in forma. Ed è questo il senso del fitness, no?

Infine, c’è Serene. Si tratta di un esercizio di respirazione guidata con lo scopo di aiutarvi a rilassarvi.

Prestazioni GPS

Non ha molto senso parlare delle prestazioni GPS del Polar Unite, dato che non ha un GPS interno. Quello che usa è quello che Polar chiama GPS connesso. Se abbiamo l’orologio accoppiato con il nostro telefono cellulare, ci permetterà di utilizzare il GPS del telefono cellulare per registrare la nostra traccia e ottenere dati di passo e distanza per le attività all’aperto.

Potrei mostrarvi le immagini delle tracce registrate nelle attività Polar, ma quello che staremmo analizzando sono le prestazioni GPS del mio cellulare (e la posizione in cui lo indosso).

Tuttavia, quello che posso fare è verificare che non ci siano problemi nella connessione con il telefono cellulare, o se ci sono, riconnettersi.

Tuttavia, ho avuto una sessione di allenamento in cui ci sono stati problemi. Poco più di tre ore in bicicletta e l’Unite ha registrato solo poco più del primo chilometro. A quel punto si è spento e non si è riacceso.

Tuttavia, voglio menzionare che durante le corse o le passeggiate possiamo anche avere i dati del passo e della distanza grazie all’accelerometro interno dell’orologio, anche se non abbiamo il nostro telefono con noi. L’orologio calcolerà attraverso i movimenti delle braccia (identificando i passi fatti) e in base alla vostra altezza.

Durante il tuo allenamento puoi vedere i dati sullo schermo, e naturalmente dopo aver sincronizzato l’orologio. Quello che non vedrete, ovviamente, è una traccia del percorso.

E come si misura attraverso l’accelerometro?

Ovviamente non è molto preciso, ma è comunque in un range di errore inferiore al 10%.

Sensore ottico di impulsi

Il sensore del Polar Unite è lo stesso del nuovo Polar Grit X, tranne che non ha gli elettrodi di metallo. Questo è probabilmente per ragioni economiche (risparmio di costi), ma altrimenti il sensore è esattamente lo stesso del modello di fascia alta.

Adotta gli stessi cambiamenti nei LED. Ci sono 5 rossi, 4 arancioni e 1 verde.

Polar Unite – Sensore

Questo sensore non ha un grande impatto sulla durata della batteria dell’orologio, quindi viene utilizzato anche durante il giorno per registrare la frequenza cardiaca 24 ore su 24.

È anche essenziale per registrare altre metriche come la Ricarica notturna.

Prima di mostrarvi dei confronti tra diversi sensori, vorrei ricordarvi alcune nozioni di base sui sensori ottici.

 

Come funzionano i cardiofrequenzimetri e le differenze tra loro

Tieni presente che un cardiofrequenzimetro da polso non funziona allo stesso modo sul corpo di tutti. Siamo tutti diversi, e se si tiene conto di cose come il tono della pelle, i tatuaggi, i peli del corpo… la differenza da persona a persona può essere abbastanza grande.

Nei miei test non è che lo spettro degli utenti sia molto ampio: siamo solo io e me stesso. Quindi ciò che funziona bene per me può non funzionare bene per qualcun altro, o può essere migliore.

Ma la cosa più importante da tenere a mente è che ci sono linee guida da seguire quando si indossa il sensore. Dovrebbe essere stretto (ma non così stretto da interrompere la circolazione), abbastanza in modo che l’orologio non si muova liberamente sul polso. Lasciando uno spazio di circa un dito di larghezza dall’osso del polso. Attenendosi a questi dettagli vi assicurerete di ottenere i migliori risultati che le vostre condizioni hanno da offrire.

Ho trascorso diverse settimane utilizzando il Polar Unite sia quotidianamente che in allenamento, confrontandolo con altri sensori di pulsazioni, sia pettorali che ottici. Qui ci sono alcuni di questi allenamenti in modo da poter vedere come si è comportato.

Ecco un semplice allenamento di corsa Z2 di soli 40 minuti. Ritmo costante. Abbastanza vicino a ciò che l’utente tipico di un orologio di questa gamma sta per fare.

Polar Unite – Confronto della frequenza cardiaca

Le prestazioni complessive sono abbastanza buone da tutti i dispositivi, anche se ci sono alcune cose da notare.

In primo luogo questi picchi che si verificano tra i minuti 12 e 20. Mi espanderò su questo nell’immagine qui sotto.

Li ho già visti nei grafici di Polar Grit X, e sono presenti anche in Polar Unite. Non so quale sia la ragione di questi picchi, ma non è qualcosa che si ripete nel tempo ed è stato puramente una tantum.

Si nota anche il comportamento abituale dei sensori di impulsi ottici. Quando fanno una stima (e non una misurazione diretta), devono elaborare i dati. L’aumento e la diminuzione della frequenza cardiaca hanno un leggero ritardo quando aumentiamo o diminuiamo il ritmo (o quando cambiamo pendenza).

Questo non è un grosso problema, soprattutto con il cliente target di questo modello. Tuttavia, se vuoi fare allenamenti HIIT e vuoi essere sicuro che la misurazione sia sempre corretta, puoi sempre accoppiare Unite con un sensore di frequenza cardiaca esterno via Bluetooth.

Polar Unite – Sensore esterno

Puoi leggere tutto quello che c’è da sapere sulle differenze tra i sensori di polso ottici e toracici, così come le diverse opzioni nel caso tu ne stia cercando uno.

Ecco un secondo allenamento con un risultato molto simile al primo. Possiamo notare una partenza difficile dal Suunto 7, che richiede qualche minuto per entrare in sintonia. Ma una volta fatto non ci sono più problemi da nessuno degli altri modelli.

Ancora una volta vorrei sottolineare la differenza nei cambiamenti di intensità. Qui potete vedere come il sensore Polar H10 abbinato al Garmin Forerunner 945 e al Suunto 7 (che non usa un sensore esterno ma con una velocità del processore superiore) sono leggermente più veloci dei sensori ottici del Polar Unite o Polar OH1+.

Quando si tratta di ciclismo, nessuna sorpresa… Il sensore ottico non è ancora un’opzione affidabile. Anche se in questo esempio può sembrare ragionevolmente corretto, nella frequenza cardiaca non può essere corretto al 70%. Perché ci mancherà il restante 30%.

Questo è un allenamento a intervalli sulla bicicletta. I periodi di intervallo sono moderatamente corretti perché hanno un’intensità costante, oltre ad essere fatti sulla bici da cronometro che, a causa della posizione, passa meno vibrazioni dalla strada al polso.

Tuttavia, appena c’è un’intensità leggermente più variabile o lascio la posizione accoppiata, cominciano i problemi. Nel grafico si può vedere perfettamente i 6 intervalli eseguiti e come quando è il momento di fare una pausa, il grafico inizia a sbagliare tra i diversi dispositivi. Ma non è un guasto dell’Unite, è qualcosa di generico che colpisce tutti i sensori di impulsi ottici e questo sport.

In breve, si comporta quasi identicamente al sensore Polar Grit X. Qualcosa di normale considerando che usano lo stesso sensore anche se con leggere modifiche. La mia opinione in merito è la stessa, un risultato corretto per le attività di corsa o camminata a intensità moderata e alta, ma insufficiente per il ciclismo o gli sport con molti cambiamenti di intensità.
Recensione di Polar Unite

Il Polar Unite è una buona mossa di Polar per attaccare la fascia bassa del mercato degli orologi sportivi. E soprattutto considerando che il costo di sviluppo di Polar non è troppo alto, per non parlare del fatto che è molto simile al Polar Ignite ma taglia le caratteristiche. Anche se il fatto che sia molto simile non significa che sia lo stesso ma senza GPS, internamente ci sono più cambiamenti.

Il suo più grande vantaggio è che ha l’intero ecosistema Polar. Ha praticamente le stesse funzioni di un Polar Vantage V che costa tre volte tanto. Questo ecosistema farà impallidire qualsiasi altro orologio fitness, intelligente o meno.

Forse il problema più grande che Polar può avere è che, una volta che un cliente inizia a considerare un orologio fitness, il GPS è una delle prime cose da considerare. Avere la possibilità di usare il GPS del tuo telefono è bello, ma non è sempre la soluzione per tutto.

Potresti andare a correre senza telefono (non è molto comodo). O dove la porterai non avrai un buon segnale GPS. Per un po’ di più hai il Polar Ignite con GPS, o altre opzioni di altri produttori per prezzi simili.

In breve, il Polar Unite è un orologio interessante se sei un “animale da palestra” e non hai intenzione di fare molto sport all’aperto. In questo caso l’Unite ha tutte le basi di cui hai bisogno, più tutte le funzioni avanzate che offre Polar (FitSpark, analisi del sonno, ecc.). Ma se hai intenzione di fare sport all’aperto, è più interessante optare per una soluzione con GPS interno.

 

Ultimo aggiornamento 2022-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API