Gli smartwatch emettono radiazioni?

(Last Updated On: Gennaio 3, 2023)

Quando si guarda uno smartwatch, ci si potrebbe chiedere: gli smartwatch emettono radiazioni? In realtà questi dispositivi lo fanno, ma si tratta di emissioni di basso livello. Se siete preoccupati per le radiazioni, ecco alcune cose da sapere: Quali sono i sintomi dell’esposizione? Leggete poi questo articolo per avere alcuni consigli su come ridurre le radiazioni a cui siete esposti.

 

Sintomi di esposizione alle radiazioni

Gli smartwatch emettono radiazioni elettromagnetiche (CEM), compresi i raggi UV e la luce visibile. Queste radiazioni possono avere effetti sul corpo. I produttori di smartwatch sono tenuti a comunicare la quantità di radiazioni emesse dai loro prodotti e a fornire suggerimenti per limitare l’esposizione. Questi consigli possono includere la limitazione del tempo in cui si indossa lo smartwatch, il tenerlo lontano dal corpo e la scelta di un modello a bassa emissione di campi elettromagnetici.

L’esposizione alle radiazioni degli smartwatch è stata collegata a mal di testa e nausea. Le radiazioni sono simili a quelle prodotte dai telefoni cellulari e da altri dispositivi wireless. Sebbene molti dispositivi indossabili siano stati sottoposti a rigorosi test di sicurezza, alcuni non sono sicuri per il corpo umano. Oltre al mal di testa, l’esposizione alle radiazioni dei campi elettromagnetici può causare problemi di memoria e di sonno.

L’esposizione ai campi elettromagnetici è stata collegata a molti problemi di salute, tra cui il cancro. Il corpo è molto sensibile a queste radiazioni e la sovraesposizione può provocare sintomi come affaticamento, dolori muscolari e mal di testa. I bambini, in particolare, sono particolarmente vulnerabili ai CEM, ed è per questo che è importante proteggerli da questi dispositivi. L’esposizione a questi dispositivi in giovane età può avere un impatto negativo sul loro rendimento fisico, mentale e scolastico.

Sebbene i livelli di radiazioni degli smartwatch siano bassi rispetto a quelli degli smartphone, gli utenti dovrebbero ridurne l’uso e optare per la modalità vivavoce o per il telefono con altoparlante. Le radiazioni degli smartwatch sono relativamente basse rispetto ad altre fonti di radiazioni EMF. Tuttavia, se siete preoccupati, assicuratevi di indossare una custodia protettiva quando utilizzate il dispositivo. Vale la pena di impegnarsi per proteggere la propria salute.

Gli smartwatch stanno diventando sempre più popolari negli ultimi anni e, sebbene siano molto utili per molte persone, rappresentano anche un potenziale rischio per la salute. Le radiazioni EMF emesse dagli smartwatch possono causare mal di testa e nausea, soprattutto a chi indossa i dispositivi per lunghi periodi di tempo. Fortunatamente, questi sintomi sono generalmente reversibili e possono essere controllati evitando di indossare lo smartwatch per lunghi periodi di tempo o riducendone l’utilizzo.

 

Problemi di salute

Nonostante tutti i vantaggi degli smartwatch, ci sono ancora alcune preoccupazioni riguardo alle radiazioni che emettono. Alcuni dei campi elettromagnetici emessi dai dispositivi possono essere dannosi e interferire con le apparecchiature mediche. Inoltre, i materiali utilizzati negli smartwatch possono causare irritazioni cutanee e reazioni allergiche. Per ridurre al minimo questi rischi, chi indossa uno smartwatch dovrebbe acquistare un orologio a basse emissioni.

I livelli di radiazione degli smartwatch sono notevolmente inferiori a quelli degli smartphone. Inoltre, sono inferiori alle linee guida stabilite dalla FCC (Commissione Federale per le Comunicazioni degli Stati Uniti), che regolamenta le radiazioni a radiofrequenza. Inoltre, i livelli di radiazione sono brevi e di bassa intensità. Pertanto, l’uso di uno di questi dispositivi non comporta gravi rischi per la salute.

Oltre agli smartphone, gli smartwatch sono sempre connessi a servizi WiFi e Bluetooth. Anche questi dispositivi emettono radiazioni EMF, ma la quantità di radiazioni emesse è minima rispetto ad altri dispositivi elettronici. Non si tratta di un rischio significativo per la salute e la FDA ha approvato l’uso degli smartwatch.

Tuttavia, si teme che le radiazioni degli smartwatch possano essere dannose per il cervello, soprattutto nei bambini. A ciò si aggiunge il fatto che i bambini hanno un cranio più piccolo di quello degli adulti. Inoltre, i tessuti cerebrali dei bambini sono più sensibili alle radiazioni dei cellulari rispetto a quelli degli adulti, quindi sono più a rischio.

Sebbene le radiazioni del Samsung Galaxy Watch siano superiori a quelle dell’Apple Watch, i livelli di radiazioni non sono dannosi e non causano alcun problema di salute. Le radiazioni del Samsung Galaxy Watch sono inoltre inferiori a quelle di altri smartphone. Chi è preoccupato per le radiazioni degli smartwatch può utilizzare uno schermo antiradiazioni per proteggersi.

 

Emissioni di basso livello

Le recenti notizie sulle emissioni di basso livello degli smartwatch hanno fatto temere ad alcune persone che questi dispositivi possano causare il cancro. Tuttavia, la verità è che gli smartwatch emettono energie molto più basse rispetto agli smartphone, quindi i rischi sono minimi. Secondo la IARC, i telefoni cellulari e gli smartwatch sono entrambi “probabilmente cancerogeni per l’uomo”.

Oltre a emettere campi elettromagnetici, i dispositivi smartwear utilizzano anche trasmettitori a radiofrequenza (RF) che trasmettono onde radio. I tessuti umani sono sensibili alle radiazioni e il CDC ha messo in guardia dall’uso dei telefoni cellulari nelle tasche perché emettono onde radio. L’Apple Watch Series 5 emette quasi la stessa quantità di campi elettromagnetici di un telefono cellulare. È quindi essenziale prendere precauzioni quando si utilizzano questi prodotti, soprattutto durante la guida.

Sebbene questi dispositivi siano di moda da molti anni, le emissioni di CEM degli smartwatch sono in aumento. Anche se alcune forme di radiazioni EMF sono innocue, la vicinanza degli smartwatch alla pelle li rende più dannosi se usati per lunghi periodi di tempo. Di conseguenza, molte persone scelgono di non utilizzarli.

È cresciuta la preoccupazione per le emissioni di campi elettromagnetici degli smartwatch, in particolare di quelli realizzati in plastica. Molte persone sono preoccupate per queste radiazioni che potrebbero essere dannose per la loro salute. Alcuni utenti dicono di soffrire di mal di testa, vertigini o problemi di sonno. Fortunatamente, però, gli smartwatch non emettono livelli elevati di radiazioni EMF ionizzanti.

Cancerogeno di classe 2B
Una sostanza cancerogena di classe 2B è una sostanza che può causare il cancro nell’uomo. Questa designazione è stata assegnata dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) sulla base di prove scientifiche. La IARC divide le sostanze chimiche in quattro gruppi: Gruppo 1, Gruppo 2A, Gruppo 2B e Gruppo 3 (non classificabile).

Secondo la IARC, i campi a radiofrequenza sono probabilmente cancerogeni per l’uomo. Si tratta ancora di una classificazione preliminare, ma sono necessarie ulteriori ricerche. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità cita i telefoni cellulari come potenzialmente cancerogeni. Inoltre, i dispositivi indossabili sono portati così vicini al corpo che possono aumentare l’esposizione a queste radiazioni.

Standard di sicurezza
Gli standard di sicurezza per gli smartwatch sono importanti per garantire la sicurezza dei consumatori. Anche se non è sempre possibile proteggersi completamente dalle vulnerabilità, i consumatori dovrebbero esigere funzioni di sicurezza che rendano gli smartwatch completamente sicuri. Alcuni produttori non dedicano abbastanza tempo allo sviluppo di queste funzioni e i consumatori dovrebbero essere consapevoli dei rischi.

Sebbene molti ritengano che gli smartwatch siano sicuri da usare, sono stati oggetto di alcune controversie. Le persone hanno sollevato dubbi sulla privacy e sui rischi per la salute. Sebbene la FDA abbia assicurato al pubblico che gli smartwatch sono sicuri, possono comunque essere pericolosi se usati in modo scorretto. Inoltre, i dispositivi indossabili possono contenere dati sensibili. Inoltre, alcune persone temono che i dispositivi indossabili compromettano il loro sonno o influenzino le loro prestazioni.

Alcuni temono di utilizzare uno smartwatch durante la guida. Gli avvisi che ricevono possono distrarre dalla strada. Sebbene sia sconsigliato utilizzare uno smartwatch durante la guida, può salvare delle vite. Alcuni smartwatch sono dotati di funzioni SOS (emergenza a breve raggio).

Come tutti i dispositivi intelligenti, gli smartwatch possono essere vulnerabili all’hacking e al furto di identità. Tuttavia, molti produttori di smartwatch hanno implementato una serie di misure di privacy e sicurezza. Ad esempio, gli Apple Watch utilizzano una funzione chiamata Activation Lock per impedire l’accoppiamento non autorizzato con un telefono.

Inoltre, gli smartwatch possono raccogliere dati dagli utenti e condividerli con le aziende per scopi pubblicitari. È importante leggere attentamente le norme sulla privacy del produttore. Anche se molti produttori hanno implementato misure di sicurezza, è importante controllare queste politiche prima di acquistare uno smartwatch.